«

»

dic 30 2014

Print this Articolo

TAVERNA DI ARLECCHINO

Frazione Oneta
Tel: 0345 42458 – www.tavernadiarlecchino.it  e-mail  tavernadiarlecchino@gmail.com
Chiusura: Chiuso lunedì sera e martedì
Orario: mezzogiorno e sera
Ferie: variabili
Coperti: 30 + 15 esterni
Prezzi: 28-32 euro  vini esclusi
 

Oneta è un borgo del Cinquecento, che si è mantenuto integro nel tempo. All’interno del palazzo Grataroli, nel quale la tradizione colloca la casa natale di Arlecchino, si trovano il Museo e la Taverna. La suggestione del contesto ambientale aggiunge valore alla sosta. Franco Moretti propone in apertura salumi artigianali di ottima fattura : salame bergamasco, pancetta e lardo e formaggi eccellenti. Ci troviamo all’imbocco della Val Taleggio e quindi arriveranno in tavola stracchino a munta calda, reperito a poche decine di metri, formai de mut, strachitund, delicate ricotte di capra. Focacce e torte salate, anche di verdure di campo, pane impastato con farina di qualità e profumato con erbe aromatiche, giardiniera di verdure dell’orto di casa completano l’entrée. Proseguendo, ancora piatti, ai quali orto, bosco e prato forniscono ingredienti eccellenti. Abbiamo assaggiato un delicato risotto alle ortiche mantecato con formai de mut e uno sformato di tarassaco con fonduta di stracchino da primato. In altri periodi il menù offre gnocchetti allo strachitund, casoncelli alla bergamasca, qui in versione di magro, secondo la consuetudine locale, tortelloni con caprino e melanzane. E, tra i secondi, non può mancare il coniglio, piatto obbligato delle domeniche brembane ante boom economico: Franco lo propone disossato e farcito. In alternativa aletta di vitellone al Valcalepio e spezzatino di vitello ai porcini. Completano il menù dolci e semifreddi casalinghi. La piccola cantina offre etichette regionali a prezzi corretti. (da Osterie d’Italia 2011)

 

Permanent link to this article: http://www.slowfoodvalliorobiche.it/?p=6584