Print this Pagina

cos’è slow food


Cos’è Slow Food
Cosa fa Slow Food
L’ Associazione
Buono, pulito e giusto
Le conseguenze del piacere
La centralità del cibo
UNISG
Centro Studi

Cos’ è Slow Food
Slow Food è un’associazione internazionale senza fini di lucro
Si propone di diffondere la cultura alimentare, di sviluppare l’educazione sensoriale e del gusto, di tutelare la biodiversità e le produzioni di piccola scala, di promuovere la qualità nelle sue componenti organolettiche, ambientali e sociali.
Slow Food Italia lavora affinchè tutti possano permettersi ed apprezzare un cibo buono per il palato, buono per l’ambiente e buono per chi lo produce: il cibo buono, pulito e giusto
Slow Food è il movimento per la tutela e il diritto al piacere

Cosa fa Slow Food
Slow Food attraverso la sua rete di persone attive sul territorio locale, nazionale e internazionale:
• coordina e realizza progetti di ricerca, catalogazione e promozione per la salvaguardia della biodiversità alimentare;
• promuove iniziative per lo sviluppo di forme di agricoltura ecocompatibile;
• preserva e valorizza l’identità storico-culturale di un territorio specifico, cui si lega una particolare produzione, in particolare attraverso l’istituzione di Presìdi per la difesa della biodiversità;
• sviluppa relazioni, attività e iniziative con e fra le comunità del cibo, formate da tutti i soggetti che operano nel settore della produzione e della trasformazione del cibo;
• favorisce la riduzione della filiera distributiva, il rapporto diretto tra produttore e coproduttore, e l’organizzazione di attività di turismo enogastronomico;
• promuove, organizza, gestisce e partecipa ad attività educative anche nel campo della scuola e dell’università attraverso progetti di ricerca, coordinamento, formazione e aggiornamento, finalizzati a una piena attuazione del diritto allo studio, all’educazione alla salute, all’educazione sensoriale e del gusto, allo sviluppo di una corretta cultura alimentare;
• propone e organizza programmi di cultura alimentare e sensoriale diretti ai soci, a tutti i cittadini e agli operatori del settore enogastronomico, per una più diffusa conoscenza delle radici storiche e dei processi produttivi in tutti i settori merceologici;
• ; stimola iniziative tese al miglioramento dell’alimentazione quotidiana, anche rispetto alle forme di ristorazione collettiva;
• pubblica guide, saggi, una rivista associativa

L’Associazione
La storia
Per saperne di più

Filosofia
Per saperne di più

L’organizzazione
Per saperne di più

Buono, pulito e giusto
Manifesto del Buono, pulito e giusto
Per saperne di più (.pdf)

Le conseguenze del piacere
Documento congressuale 2010-2014
Per saperne di più (.pdf)

La centralità del cibo
Documento congressuale 2012-2014
per saperne di più (.pdf)

Università degli Studi di Scienze Gastronomiche
L’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, nata e promossa nel 2004 dall’associa- zione internazionale Slow Food con la collaborazione delle regioni Piemonte ed Emilia Romagna, è un’università non statale legalmente riconosciuta dallo stato italiano.
L’obiettivo è di creare un centro internazionale di formazione e di ricerca, al servizio di chi opera per un’agricoltura rinnovata, per il mantenimento della biodiversità, per un rapporto organico tra gastronomia e scienze agrarie. Nasce una nuova figura professionale, il gastronomo, capace di operare nella produzione, distribuzione, promozione e comunicazione dell’agroalimentare di qualità: l’Università licenzia infatti i futuri esperti di comunicazione, divulgatori e redattori multimediali in campo enogastronomico, addetti al marketing di prodotti d’eccellenza, manager di consorzi di tutela o di aziende del settore agroalimentare o di enti turistici. Gli studenti, provenienti da ogni parte del mondo, acquisiscono una formazione attiva e dinamica, grazie alla complementarietà tra formazione umanistica e formazione scientifica, al forte training sensoriale, all’esperienza diretta (attraverso i viaggi didattici nei cinque continenti) dei processi artigianali e industriali di produzione e di elaborazione del cibo.
Per saperne di più

Centro Studi
Il Centro Studi nasce per coordinare le attività di carattere scientifico, la documentazione e lo sviluppo dei contenuti delle varie attività dell’associazione. L’ufficio collabora non solo coi diversi gruppi della sede internazionale e di quelle nazionali, ma anche con i Convivia e con le Condotte sparsi per il mondo.
Per garantire la validità dei contenuti, si avvale dell’appoggio di esperti e ricercatori che lavorano in ambiti di studio inerenti le tematiche in cui Slow Food è attivo.
Il Centro Studi partecipa anche alle attività di comunicazione e divulgazione, organizzando seminari e conferenze e organizzando la partecipazione a eventi promossi da altre entità.
per saperne di più

Permanent link to this article: http://www.slowfoodvalliorobiche.it/?page_id=10314