«

Dic 13 2019

Print this Articolo

LA SALMATA DI OLIVIERO

Venerdi 13 dicembre, ore 20,00, a Corna Imagna,

Come ogni anno, ormai da un po’ di anni, il nostro Oliviero organizza la Salamata, diventata ormai un cult della nostra Condotta, confronto fra salami bergamaschi di varie zone e provenienze nella nuova location, per la nostra Condotta: la Bibliosteria Ca’ Berizzi di Corna Imagna.

“La Bibliosteria. un interessante neologismo a metà tra biblioteca e osteria, che di certo suscita qualche curiosità. Ebbene, ce n’è una in terra orobica. È la Bibliosteria di Ca’ Berizzi, nella contrada Regorda di Corna Imagna, ed è un posto davvero ameno. È stato ideato e aperto nel 2015 dal Centro Studi Valle Imagna, sotto la guida del vivace Antonio Carminati.

La biblioteca vera e propria. La struttura era la casa patronale della famiglia Berizzi, di cui il Centro  Studi ha appena riacquisito due ritratti di famiglia di inizio Ottocento (il notaio e la notaia). Al primo piano della casa, una sorpresa: una saletta di lettura tutt’altro che banale, piena di libri fino al soffitto. Questa è la biblioteca vera e propria, intitolata a Costantino Locatelli, uno dei soci fondatori del Centro Studi. Il potenziale di questo piccolo posto è enorme: non solo ci sono testi introvabili sulle tradizioni e la storia bergamasca, ma anche una serie di documenti storici, libri antichi, registri, tesi di laurea. Un’intera esistenza potrebbe non bastare per scoprirli ed esplorarli tutti.

Scorrendo con gli occhi, ci si imbatte anche in una preziosa raccolta di video interviste, tutte di personaggi bergamaschi: ciò che resta del mondo prima dell’avvento della modernità. Antonio, intanto trascrive un diario, di cui però non vuole rivelare molto. È uno dei tanti documenti custoditi negli archivi del Centro, e che aspettano solo d’essere trascritti da una mano paziente. E poi moltissime altre opere che meriterebbero una trattazione approfondita, tra cui tutti i registri di Vittorio Maconi, prete e etnologo valdimagnino, che sono qui custoditi in attesa di essere utilizzati.

La Bibliosteria. Ma, dacché il nome dice Bibliosteria, non resta che recarsi nell’altra ala, per scoprire la seconda anima di questo luogo. Qui, in una saletta, si trovano un bancone da oste e un camino di quelli vecchi per raccontare le storie. E c’è di più. Perché nelle osterie, una volta, si poteva anche dormire: viandanti di passaggio o avventori abituali un po’ brilli potevano godere di un letto comodo fino al mattino dopo. E così, al secondo piano della struttura ci sono le camere da letto: una camerata con letti a castello, ma anche camere private.” Da BergamoPost –

Vedi Anche: https://www.caberizzi.it/

La serata inizia con i Scarpinocc di Ca’ Berizzi, tradizionali e ben conditi.

Poi si passa alla degustazione e valutazione dei Salami Bergamaschi, assolutamente artigianali di varie provenienze con una scheda di valutazione ormai collauda da Oliviero e dai partecipanti alle serate degli anni precedenti.

Fiano con la Torta di Mele

Vini adeguati in accompagnamento

Sede: Bibliosteria Ca’ Berizzi – Contrada Regorda, 7 – Corna Imagna (Bg) – tel. 366 546 2000

Costi: Soci Slow Food e Giovani U31 € 35,00; non ancora Soci € 40,00

Posti disponibili: 45

Info e prenotazioni: Oliviero Manzoni 348 8401 439 oliviero.manzoni@tiscali.it oppure con il form sottostante entro e non oltre il 10 Dicembre

Permanent link to this article: https://www.slowfoodvalliorobiche.it/la-salmata-di-oliviero-2/